Il decreto legge pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale regola gli spostamenti tra il 7 e il 15 gennaio, da metà mese in poi dovrà quindi intervenire un nuovo DPCM.
Queste sono le norme che precedono il ritorno delle fasce di rischio regionali, previsto per l’11 gennaio, con regole che continuano ad essere validi su tutto il territorio nazionale.
7-8 gennaio: “zona gialla rafforzata” è operante il divieto di spostamento tra regioni: non sarà possibile uscire dalla regione se non per i consueti motivi (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute), ma è sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione (salvo le seconde case fuori regione).
9-10 gennaio: weekend da “zona arancione” in tutta Italia (spostamenti permessi ma solo all’interno del Comune, bar e ristoranti chiusi tutto il giorno, aperti i negozi, i parrucchieri e i centri estetici), ma saranno comunque consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 km, salvo che verso la città capoluogo di provincia.
11-15 gennaio: le regole saranno differenziate a seconda delle fasce di rischio regionali, dai criteri rivisti e più restrittivi, e che saranno decisi dopo la riunione dell’8 gennaio dell’Istituto superiore di Sanità. E’ probabile che la maggior parte delle regioni tornerà in fascia gialla, ma sarà comunque vietato spostarsi tra regioni fino al 15 gennaio.
E’ prevista la deroga per gli spostamenti verso abitazioni private di amici o parenti, come quella del periodo natalizio (una volta al giorno, massimo due persone più eventuali minori di 14 anni e disabili, all’interno della regione).
Il decreto prevede inoltre un articolo dedicato alla scuola e alla ripresa della didattica in presenza, previsto per le scuole superiori (salvo diverse decisioni di singole regioni) a partire dall’11 gennaio con almeno il 50% degli alunni.

Per info:
+39 377.1842413
info@semparinzir.it
Gira il mondo Gira (Sempar in Zir)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *