La Grecia, che molto dipende dal turismo, ha deciso di riaprire le frontiere il 14 maggio a tutti i turisti e senza quarantena, sia ai vaccinati Covid-19 che tutti gli altri con un test negativo eseguito nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel paese, pare venga accettato anche il tampone rapido.
Il ministro del Turismo greco, Harry Theoharis ha annunciato che ad aprile partirà la fase di sperimentazione di nuovi protocolli sanitari con graduali riaperture per farsi trovare pronti all’avvio della stagione turistica.
Saranno ammessi oltre ai vaccinati coloro con test Covid-19 negativo (PCR o antigenico)e chi può dimostrare di avere gli anticorpi Covid-19, quindi sostanzialmente quelli guariti, previo test sierologico. I turisti in arrivo saranno sottoposti a dei test a campione come ulteriore misura di sicurezza con l’utilizzo del test rapidi che renderà le operazioni più snelle. Un’altra misura importante è quella che prevede che qualunque costo legato a possibili positività al Covid-19 dei turisti in Grecia sarà comunque coperto dal sistema sanitario nazionale e non dal viaggiatore.

 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *