Cosa vedere a Malta in tre giorni

A poco più di un’ora e mezza di volo ci si trova a Malta, centro del Mediterraneo. Ho conosciuto Malta per via delle regate e ci sono ritornato altre volte da turista, in tutto cinque volte e ogni volta scopro qualcosa che mi affascina. Tre notti a Malta sono appena sufficenti per vedere di corsa le bellezze dell’isola anche se ad onor del vero il periodo in cui si può apprezzare maggiormente quanto di meglio può offrire Malta è nel periodo caldo ma noi saremo la come viaggiatori e non come spiaggioni.
La parte centrale di Valletta, quella racchiusa dalle antiche mura merita una visita, dalla porta d’ingresso la City Gate in restauro ad opera dell’architetto italiano Renzo Piano che curerà anche il restyling della piazza e del palazzo del Parlamento assieme al teatro all’aperto.
In quest’area non potete mancare la visita ai giardini Upper Barakka dove avrete un magnifico colpo d’occhio sul porto di Valletta (ndr. Valletta è il porto naturale più grande al mondo e una visita in barca sarebbe ottima cosa). Proseguendo incontrerete la cattedrale di San Giovanni tripudio di stile barocco con all’interno il famoso quadro del Caravaggio “La decollazione di San Giovanni”.
Casa Piccola Rocca è una residenza privata visitabile dove potete ammirare 400 anni di storia di una delle famiglie più famose dell’Ordine dei Cavalieri di Malta.
Infine il centro di Valletta offre il Teatro Manoel, il terzo teatro più antico d’Europa.
Valletta offre tante altre cose, quello che racconto è quanto mi è rimasto nella memoria.

A circa 12 km da Valletta sorge Mdina, l’antica capitale medievale. Per raggiungerla basta prendere il bus 51 o 52 dalla stazione bus davanti al City Gate. Mdina è chiamata la città del silenzio caratterizzata da stradine strette che preservano l’architettura che è un mix fra barocco e medievale.
Da vedere la Cattedrale di San Paolo e più avanti la Piazza del Bastione con una magnifica vista per chilometri. Qui non dimenticate di far visita al caffè Fontanella, fra dolci eccezzionali e incantevole vista su gran parte dell’isola le ore passano senza accorgersene.

Altro gioiellino da visitare è Marsaxlokk, col suo porticciolo pieno di barchette colorate e il suo mercato ne fa una meta per parecchi turisti, anche questa raggiungibile con bus e biglietto di corsa semplice.

Malta non è solo questo, è Gozo, Comino, il Blu Grotto, la Laguna Blu ma occorrerebbero più giorni, sarà sicuramente motivo per tornare.

La moneta di Malta è l’Euro
Le prese elettriche sono di tipo C quindi quelle inglesi, occorre un adattatore (consiglio le cinesate da pochi euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.