Cosa vedere a: Tallin

Tallin è la capitale dell’Estonia, che si affaccia sul Mar Baltico. Centro culturale del Paese, è caratterizzata da un nucleo storico fortificato con stradine di ciottoli, al cui interno si trovano caffè e negozi. Qui sorge anche la torre difensiva, Kiek in de Kök, del XV secolo. Il municipio gotico, costruito nel XIII secolo e affiancato da una torre di 64 m, si affaccia sulla storica piazza centrale di Tallin. La chiesa di San Nicola, del XIII secolo, è uno dei monumenti principali, dove sono esposti vari oggetti di arte religiosa.

  1. Il municipio di Tallin. Raedoka nella piazza Raekoja Plats, unico palazzo in stile gotico del Nord Europa costruito nel 1248.
  2. La Città Vecchia con il municipio, la chiesa dello Spirito Santo del XIV secolo che ospita la campana più antica dell’Estonia datata 1433, circondata da 2 km di mura con 16 delle 46 torri.
  3. Il Kadriorg. Palazzo con un magnifico parco donato dallo Zar Pietro il Grande alla moglie Caterina. Oggi ospita due musei, quello di arte straniera e il Kumu, Museo di arte nazionale.
  4. Basilica di San Nicola. Dedicata a san Nicola di Bari, in stile ortodosso, oggi è un museo di arte religiosa. Tra le sue opere raccoglie la “Danza macabra” di Bernt Notke, uno dei capolavori dell’arte estone.
  5. La Chiesa Ortodossa di Tallin. Costruita dai russi sulla collina di Toompea e domina Tallin, proprio sul luogo dove si trovava la statua di Martin Lutero.
  6. Via Vene e Pikk.  Sono le strade principali del borgo antico dove si incontrano i palazzi che ospitavano le corporazioni dei mercanti. La Gilda maggiore e quella di S. Olaf, la più antica della città, e l’edificio rinascimentale della Casa delle Teste Nere, che prende il nome dal suo protettore San Maurizio, moro convertitosi al cristianesimo e per questo perseguitato. Al numero 71 c’è l’edificio più bello, un complesso gotico conosciuto come le Tre Sorelle.Da non perdere anche la chiesa di San Olav, all’incrocio con la via Lai. L’altra strada più famosa è la via Vene, con il passaggio di Santa Caterina, una piccola strada ad arcate fiancheggiata da antichi edifici e botteghe artigianali.
  7. Collina di Toompea. Si raggiunge da due strade la Pikk Jalg (gamba lunga) e la Luike Jalg (gamba corta). Si può visitare quel che resta del Castello, la Cattedrale Ortodossa Alexander Nevsky e la Toomkirik, la chiesa più antica dell’Estonia che dà il nome alla collina. Da sempre centro politico del paese baltico, oggi la collina ospita il palazzo del Parlamento e del Governo.
  8. Torri di difesa. Delle mura (quasi intatte) che difendevano Tallinn in secoli molto più pericolosi del nostro, sono rimaste una ventina di torri, quasi tutte adibite a ristoranti, hotel, musei e altre destinazioni. Le due più famose sono “Margherita la Grassa” (Paks Margareeta) e la “Sbircia in cucina” (Kiek in de kök).
Per info:
+39 377.1842413
info@semparinzir.it
Gira il mondo Gira (Sempar in Zir)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *